miércoles, 8 de julio de 2009

Acta matrimonial Alloa - Sarasino

Atto di matrimonio - Bartolomeo Alloa & Serafina Sarasino






















Acta digitalizada en el Archivio Diocesano de Turín y gentilmente ofrecida por mi amigo Mario Cardone.

Véase asimismo Bartolomeo Alloa, autor del púlpito de Santa Maria del Borgo de Vigone

lunes, 6 de julio de 2009

Gabriele Alloa ucciso dai ribelli religionari



Bibiana


DISCORSO LI - PIEMONTE. "I VALDESI. SUBALPINI - 371 - 372''

(36) Di quel tempo rechiamo le seguenti note, somministrateci da monsignor Bernardi. "Faccio fede, et attesto io sottoscritto Lorenzo Bernardi, podestà di Bubbiana (Bibiana) hauer il giorno, e festa di san Lorenzo hor scorso, che fu li dieci d'agosto dell'anno hora scorso, proceduto alla visita e recognitione de' cadaueii vccisi dalli ribelli Religionari, venuti la mattina d'esso giorno nel presente luogo, et hauerne ritroualo il seguente numero tutti del presente luogo. Et primo il nob. M. Matteo Barbero, huomo di conditione, carico di otto figliuoli, d'età d'anni cinquantacinque. Maria Bonauda d'età d'anni ottanta circa, donna pouera et miserabile mendica, Andriano et Anna figliuoli del fu Marcellino Sebraro d'età d'anni, cioè dello Andriano di quattordici, e detta Anna di tredici, lauoratore di campagna. Canarina et Maria figliuole di Giovanni Domenico Porta, d'età d'anni, cioè detta Cattarina di sedici, et detta Maria di venti, miserabili, e d'honorate qualità, Antonio BtifTo servo di Gerolamo Cocho, d'età d'anni quìndici circa, miserabile, Catlerino e Giouannina gingali de' Borglii, d'età d'anni venti circa caduno, lauoralori di campagna, Gabrielle Alloa, d'età d'anni quaranta circa, carico di due figliuoli piccoli, lauoratore di campagna, Andrea Chiaberto, d'età d'anni venticinque, lauoratoredi campagna, Giouanna Bertolta, d'età d'anni settanta circa, mendica, Giacomo Antonio figliuolo di Bartolomeo Barone, d'età d'anni quattordici, lauoratore di campagna, Madalena lìgliuola di Bernardo Richa e moglie di Giouanni Pietro Sebraro, gravida a punto di partorire, d'età d'anni venti, di campagna , Giouanni Francesco Smeriglio, chierico della Motta, qual faceua sua douzena in questo luogo per la scuola, d'età d'anni quindici circa, d'onorale qualità , Madalena e Lorenzo madre e figliuolo de' Veroni, d'eia d'anni, cioè detta Madalena di sessanta, e detto Lorenzo di quindici circa, persone pouere e di trauagiio, che in tutto sono cadaueri diecisetto, come dal detto atto di visita, et informationi di recognitiono di quelli appaio, de' quali mi offerisco fama fede ad ogni richiesta. Su fede del che ho fatto la presente, et mi sono manualmente sottoscritto. Biibbiana, li otto genero dell'anno mille seicento sessantaquattro.Bernardi, podestà".

"Faccio fede io sottoscritto Lorenzo Bernardi nodaro, et podestà di Bubbiana, siccome alla venuta che hanno fatto li ribelli religionarj della vallo di Luserna nel presente luogo, il giorno et festa di san Lorenzo hor scorsa, elio fu li dieci d'agosto, sono entrati nelle seguenti chiese e case do' particolari, e quelle saccheggiate come segue: E primo sondo entrati nel conuento e chiesa de' RR. padri Missionarj del presente luogo hanno rotto la porta, esportato la piscide, calice, messo a pezzi l'imagine della Madonna, e tulle le paramente, cioè pianele, mantili et altre, come dalle informationi da noi tolte a pieno risulta. Più nella chiesa de' Disciplinanti del presente luogo, rotto le sedie, esportale le vesti di essi, et le paramento del sacerdote, et altare, come anche il calice e diverse altro cose come da dello informationi appare. Più hanno saccheggiato la casa del signor Pietro Moreno, come dalle informationi transmesse aireccellentissimo signor marchese di Pianezza si vede. Più la casa del signor capitano Tommaso Barbero, la casa di Andrea Bonino, la casa di madonna Simonda Moresca vodoua, la casa di M. Andrea Buffa, la casa di Bartolomeo Castella, la casa di Francesco Bonino, la casa di Giacomo Antonio Orcello, la casa del signor luogotenente Giovanni Geraudo, la casa di Matteo Borgo, la casa di M. Francesco Falco, la casa di Marcellino Paolo, et la casa di M. Matteo Barbero, hauendo rotte le porte, e condotti via caualli, bestiami bouini, aperto i coffani, et esportate moltissime lingierie, denari et effetti, come parimente resulta dalle suddetto informationi, et a noi infrascritto podestà dopo hauerli ributtali dalla mia porta, quali con colpi di massa metteuano a basso, hanno rotto le porto d'una mia cassina poco discosta dal presento luogo, e mi hanno preso una caualla di prezzo di doppio sei, come ne consta da informatione ricevuta dal detto signor Pietro Morello nodaro et compodestà del presente luogo. In fede mi sono manualmente sottoscritlo. Dat. in Bubbiana, li 13 genaro 1664. Bernardi, podestà ".

Estratto da "Gli Eretici D'Italia", Vol. III, in Discorsi Storici Di Cesare Cantù. Torino, Unione Tipografico-Editrice, Via Carlo Alberto, casa Pomba, N° 33. 1866. Book contributor: Robarts - University of Toronto. Collection: toronto.

jueves, 2 de julio de 2009

Il sacerdote adoratore Giovanni Alloa


L’Adorazione notturna di Torino va sempre aumentando… Con il numero dei soci cresce anche il loro fervore. Una prova consolante ce la danno i nostri bravi soci di Ciriè, piccola cittadina della diocesi di Torino. [...] E sabato sera, 24 corr. per la prima volta a Ciriè dalle 21 alle 22 vi fu l’ora di adorazione al SS. Sacramento solemnemente esposto. Disposti i banchi in presbiterio per essere più vicini a Gesù, venti uomini passarono un’ora di paradiso che, fra canti, preghiere, riflessioni del nostro buon direttore Alloa, sacerdote adoratore, trascorse, a detta di tutti, troppo veloce…

in "Vitalità spirituale a Torino. Dal 1901 i padri sacramentini in Santa Maria" di Carla Casalegno (2008), p. 220.

El sacerdote adorador Giovanni Alloa

La adoración nocturna en Turín no deja de crecer. Con el número de socios aumenta igualmente su fervor. Una reconfortante prueba nos la dieron nuestros socios de Ciriè, pequeña ciudad de la diócesis de Turín. Era el sábado 24 del corriente mes. Por primera vez se realizaba en Ciriè, entre las 21 y 22hs, la hora de adoración al Santísimo Sacramento, solemnemente expuesto. Tras disponer los bancos en el presbiterio para estar más cerca de Jesús, veinte hombres pasaron una hora de sublime clima que, entre cantos, oraciones y reflexiones del buen director Alloa, sacerdote adorador, transcurrió, a decir de todos, demasiado rápido... (Mi traducción, H.A.)

El Rev. Giovanni Alloa Casale nació 23 de noviembre de 1842 en Cavallermaggiore, Provincia de Cuneo. Fue el cuarto de los siete hijos de Giuseppe Alloa Casale (n. 1807) y Teresa Piana. Sus abuelos paternos fueron Giovanni Battista Alloa Casale (n. 1778 ca) y Antonia Soldano (1780 1812), y su abuelo materno, Giovanni Piana.

† Stendel Felipe Alloa - Obituario


Falleció el 28/06/2009 en Santa Clara de Buena Vista a los 78 años, Stendel Felipe Alloa (Chito). Sepelio: en el cementerio de Santa Clara de Buena Vista. Casa de duelo: Bv. Tripland 953 (Santa Clara de Buena Vista). Servicio: Empresa Bonetti Hnos.

Mis sentidas condolencias a su esposa y a sus hijos.

Necrológicas 2009-07-01
http://castellanos.com.ar/nuevo/textos.php?id=70764

† Delia Margarita Alloa - Obituario


ALLOA, Delia M. de KOVACEVICH (q.e.p.d.) Falleció en Santo Tomé el 26/5/04, a los 73 años, c.a.s.r. y b.p. Esposo: Antolín Kovacevich; hijos: María Antonia y Miguel Víctor Kovacevich; hijos políticos: José Lorenzatti y María Inés García; nietos: María Paula, José Ignacio, Francisco Carlos y Francesco, y d.d., participan el fallecimiento y que los restos fueron inhumados hoy, a las 17, en el C. municipal de Santo Tomé. C.D.: Derqui 2517, Santo Tomé. Serv. Cochería Española S.R.L.

El Litoral, 27 de mayo de 2004
http://www.ellitoral.com/index.php/diarios/2004/05/27/necrologicas/index.html